Massaggio Reiki: il non massaggio

0
Massaggio Reiki
Massaggio Reiki

Il massaggio Reiki a tutti gli effetti potrebbe anche essere definito un non massaggio. Difatti questa tipologia di interazione con colui che propone il Reiki si basa su una serie di semplici regole di pressioni su punti specifici del corpo che vengono definiti chakra.

Quindi a differenza di massaggio tradizionale, la manipolazione effettuata esclusivamente sui punti selezionati. Infatti la pratica del Reiki ha come obiettivo quello di riequilibrare I canali energetici, detti anche chakra, presenti all’interno del nostro corpo.

Come funziona il massaggio Reiki?

La pratica del Reiki viene infatti eseguita solo ed esclusivamente tramite l’utilizzo delle mani. Queste agiscono tramite diverse modalità di pressione sui differenti chakra. Il massaggio Reiki avviene facendo sedere il ricevente su un tatami o su un lettino. Successivamente colui che opera il massaggio appoggerà le proprie mani sul corpo del ricevente per trasferire quella che viene definita “energia universale”.

Non è necessario, per il massaggio Reiki, spogliarsi. Il massaggio infatti può essere tranquillamente effettuato attraverso i vestiti. Talvolta per un corretto svolgimento del massaggio Reiki, non è neanche necessario che vi sia un contatto tra ricevente e proponente il massaggio. Infatti il passaggio di energia, un po’ come avviene per quanto riguarda la pranoterapia, può avvenire anche in assenza di contatto.
Mentre si riceve un massaggio, l’ideale è rilassarsi. Infatti può capitare che talvolta, alcune persone, possano addirittura addormentarsi durante la fase di massaggio. È importante notare come mi siano diversi livelli di massaggio Reiki ovvero vi sono massaggiatori che hanno superato il primo, il secondo o il terzo livello Reiki.

Naturalmente ciascun tipo di massaggio in base alla qualità e alla bravura del massaggiatore avrà caratteristiche differenti. Il massaggio Reiki può essere definito un ottimo strumento per combattere i malesseri della vita quotidiana come, ad esempio, stati d’ansia, depressione, stanchezza e inappetenza.

Naturalmente la pratica di sottoporsi a sedute di Reiki funziona tanto più le sedute sono numerose e costanti.  Le sedute di reiki sono poi estremamente utili nel caso in cui siano considerate delle terapie da affiancare a terapie tradizionali per, ad esempio, lenire dolori articolari, escoriazioni, stati infiammatori, contusioni.