Massaggio prostatico: come farlo e quali i rischi

0
massaggio prostatico
massaggio prostatico

Il Massaggio prostatico è una tecnica di massaggio che ha come scopo quello di stimolare la prostata attraverso l’inserimento di un dito nell’ano maschile.

Normalmente questa tipologia di massaggio avviene tra partner ma può anche essere effettuata da un massaggiatore o massaggiatrice specializzati. La tecnica consiste per l’appunto nell’inserimento di un dito all’interno dell’ano e massaggiare delicatamente la prostata che si trova a pochi centimetri, circa quattro, dall’apertura anale sul lato anteriore.
Questa tipologia di massaggio ha come fine ultimo quello di provocare un orgasmo tramite una leggera pressione della prostata con un movimento circolare. L’orgasmo provocato fa si che lo sperma fuoriesca in maniera delicata e senza schizzi, come invece avviene normalmente per gli orgasmi maschili, ed è considerata un’esperienza estremamente piacevole e intensa.
Il massaggio prostatico viene eseguito in concomitanza con la masturbazione e spesso viene equiparato o assimilato al massaggio femminile nel Punto G. Talvolta se il massaggio prostatico è eseguito con cura può capitare che l’eiaculazione avvenga anche senza il processo masturbatorio.

Come si esegue il massaggio prostatico?

La fase del massaggio prostatico può avvenire anche stimolando il perineo, ovvero la parte esterna dell’ano, anche se è più comune una stimolazione interna.
Per un corretto massaggio prostatico è bene utilizzare un guanto in lattice lubrificato per facilitare l’inserimento del dito all’interno dell’ano o, in alternativa degli strumenti specifici o sextoys. Una volta inserito il dito è sufficiente procede con un massaggio circolare senza premere o insistere troppo sulle terminazioni nervose al fine di rendere piacevole le sensazioni restituite.
Il massaggio prostatico è, infine, una tipologia di massaggio che ha come obiettivo finale quello di aumentare il piacere maschile e stimolare, valorizzare e controllare il processo eiaculatorio. Il massaggio effettuato con una discreta ripetitività può garantire un aumento del fluido spermatico presente nella prostata, determinando di fatto una maggiore intensità di sperma espulso e quindi di piacere per l’uomo.